Now Reading
Lago di Como, Filario Hoter & Residences riapre all’insegna della sostenibilità anche per lo smart working
Padovani

Lago di Como, Filario Hoter & Residences riapre all’insegna della sostenibilità anche per lo smart working

Tra le pochissime cose positive che ci resteranno da questa pandemia di Covid, oltre alla solidarietà tra persone e Paesi, credo ci possa essere lo smart working. La scoperta che è possibile lavorare non solo chiusi in ufficio. Lo hanno capito subito anche alcuni gestori di location nei luoghi più belli del mondo. Cosa ci può essere di meglio di una call vista mare, vista montagne, vista centro storico e soprattutto vista lago e che lago, il Lago di Como.

Mercoledì 12 maggio Filario Hotel & Residences a Lezzeno, sul Lago di Como, inaugura una stagione ricca di novità. Ecco il comunicato sulla riapertura all’insegna del turismo sostenibile, del green e anche dello smartworking. L’eccellenza dell’ospitalità all’italiana si sposa con un’idea di sostenibilità a 360°: dal nuovo menù vegano all’esclusivo servizio di ricarica per barche elettriche, sono tante le iniziative all’insegna del lusso responsabile.

“La sostenibilità è da sempre un mantra nella nostra azienda e nel 2021 avrà un ruolo ancora più centrale – afferma Alessandro Sironi, fondatore di AS Hospitality, gestore di Hotel Filario – Dopo una stagione 2020 concentrata in soli quattro mesi, la nostra prima esigenza è tutelare i collaboratori investendo nel capitale umano con una prospettiva di medio-lungo termine. Da qui la scelta di aprire a inizio maggio, cogliendo anche l’opportunità di dare un messaggio positivo al settore dell’ospitalità e della ristorazione. Puntiamo a una stagione ricca di soddisfazioni e lavoriamo per attrarre sempre di più la clientela italiana”.

RISTORAZIONE RESPONSABILE

Il ristorante Filo – sempre aperto a cena e il sabato e la domenica anche a pranzo – arricchisce quest’anno la sua offerta con un inedito menù degustazione vegano. La nuova proposta porta il tema della sostenibilità in cucina, andando incontro ai gusti e alle esigenze di una fetta di clientela sempre crescente. Il giovane e talentuoso chef napoletano Alessandro Parisi utilizza esclusivamente materie prime italiane di stagione, in gran parte provenienti da piccole aziende: la promozione dei prodotti locali – dalla viticoltura eroica della Valtellina al pescato del lago – è infatti una missione e un punto d’orgoglio per lo chef.

Al Filario Hotel l’esperienza “foodie” è assicurata da mattina a sera: dalla prima colazione alla carta al menù “all day” offerto allo Yeast Side, il beach bar in riva al lago, dove è possibile degustare la pizza gourmet anche a pranzo e durante il pomeriggio, in accompagnamento agli ottimi cocktail del resident mixologist Luciano Gusmeroli. La sostenibilità passa anche dalla scelta di packaging e tableware, con articoli monouso compostabili, tessuti in polpa di cellulosa e cannucce biodegradabili.

Sostenibilità non solo ambientale, ma anche culturale e nella valorizzazione del capitale umano. Anche “dietro le quinte” viene riservata una particolare cura alla formazione dello staff di cucina e sala, attraverso momenti formativi con specialisti del mondo del cibo quali nutrizionisti, gastronomi e sommelier. L’obiettivo è costruire una visione della ristorazione che non si fondi esclusivamente sull’esperienza gastronomica, ma sviluppi tutti gli aspetti relativi al benessere della persona e del Pianeta.

In linea con questa filosofia è Hotel Filario, che ha sposato sin dalla nascita il progetto IATH (International Academy of Tourism and Hospitality) di Cernobbio, con l’obiettivo di offrire sul territorio programmi di alta formazione ITS finalizzati allo sviluppo di figure professionali junior qualificate nei settori del turismo e dell’ospitalità, e finanzia per il prossimo biennio una borsa di studio per supportare un giovane nel suo percorso di studi. “Siamo felici di collaborare con realtà di grande qualità come IATH, certi di intensificare queste collaborazioni nelle prossime iniziative di sviluppo di AS Hospitality”, dichiara Alessandro Sironi.

SMART WORKING VISTA LAGO

Dopo aver ospitato, durante la stagione 2020, una clientela sempre più italiana, quest’anno Filario Hotel si propone di ampliare l’accoglienza anche agli smart worker, milanesi e non, che sognano di fuggire dalla città per lavorare in un contesto naturalistico di pregio. Oltre all’albergo, con 13 suite da sogno, la struttura si distingue infatti per l’offerta di 20 residenze private (appartamenti e ville) di dimensioni diverse, rigorosamente vista lago, adatte alle più svariate esigenze. Un’alternativa “locale” alle destinazioni esotiche, per uno smart working di qualità a poca distanza da casa.

RIVOLUZIONE ELETTRICA SUL LARIO

See Also
pomodoro
Il pomodoro è buono per la ricerca della Fondazione Veronesi

Filario è la prima realtà alberghiera sul lago di Como a inaugurare nel proprio porto una stazione di ricarica per barche elettriche. Questa novità arriva, non a caso, nell’anno in cui si celebra il 250esimo anniversario dello storico cantiere lariano Ernesto Riva, tra i pionieri nella realizzazione di imbarcazioni elettriche di lusso in legno. Con le nuove colonnine Filario punta a favorire la diffusione delle barche elettriche, contribuendo a promuovere uno stile nautico ecosostenibile sul Lago di Como.

Con una spiaggia privata sempre più ampia e attrezzata e la piscina a sfioro affacciata su uno degli scorci più noti e suggestivi del lago di Como, Filario Hotel & Residences si conferma la destinazione ideale per chi è alla ricerca di un soggiorno all’insegna di benessere, relax, enogastronomia, ma anche avventura. Un giovane team di esperti è a disposizione per guidare gli ospiti in escursioni lungo la strada Regia, alla scoperta di borghi e punti panoramici spettacolari. Per godere delle bellezze lariane con un approccio sempre più “green”.

Filario Hotel & Residences nasce nel 2015, dal progetto dell’impresa Nessi & Majocchi e dalla visione di Alessandro Sironi, imprenditore e general manager. Affiliato a Design Hotels™, si contraddistingue per gli ambienti dal design minimale, caldo e avvolgente. Si riconosce in ogni angolo il tocco di Alessandro Agrati, fondatore e direttore creativo di Culti Milano, che ne ha curato l’arredamento chic e impeccabile. Il nome scelto è un omaggio alla città di Como, al filo di seta, essendo luogo per eccellenza della sua produzione, e al Lario, antico nome del lago. È inoltre un richiamo al vecchio stabilimento dove si produceva il fil di ferro, situato dove ora sorge l’hotel.

Filario Hotel & Residences dispone di 13 luminose camere, studiate in ogni minimo dettaglio. Per chi invece vuole concedersi una vacanza ancora più speciale, l’hotel riserva due suite, la junior di 65 metri quadri e la grand suite di 95 metri quadri. Entrambe dispongono di piscina privata e una terrazza a sfioro sul lago, rispettivamente di 70 e 110 metri quadri, oltre a tutti i comfort per un soggiorno extra lusso. Ma non è tutto. L’ospite può optare anche per un appartamento (20 in totale), ideale per le famiglie, le coppie o i gruppi di amici che vogliono godere delle comodità e usufruire di tutti i servizi della struttura. A una location così speciale fa eco una cucina altrettanto meticolosa, raffinata e riconducibile alla storia del territorio. Una proposta che è cresciuta e si è evoluta di pari passo con l’hotel e che si ritrova al ristorante Filo. Nell’estate 2020 è stato inaugurato anche il beach bar Yeast Side, dove si gustano proposte più veloci e gustose: in primis la pizza gourmet e piatti estivi rigorosamente italiani.

© 2019 Emporio delle Parole. Tutti i diritti riservati.

Scroll To Top